ANIDRIDE CARBONICA CO2

ANIDRIDE CARBONICA CO2

Le piante richiedono luce, acqua e CO₂ per la fotosintesi e la propria energia. Aumentando i livelli di luce e CO₂ puoi aumentare la produttività di questo processo, ottenendo crescita più rapida, fiori più grandi e rese migliori. Esistono molti metodi per aumentare i livelli di CO₂, da complessi sistemi a serbatoi fino a semplici metodi fai-da-te.

L'anidride carbonica, o biossido di carbonio, (CO₂) è diventata una parolaccia negli ultimi decenni. Ogni volta che la sentiamo, vengono in mente pensieri sugli scarichi delle auto e sul cambiamento climatico. Ma milioni di anni prima che ne pompassimo enormi quantità nell’atmosfera, la natura faceva affidamento su questa molecola per alimentare i sistemi vitali, come fa ancora oggi.

Le piante dipendono dalla CO₂ allo stesso modo in cui noi umani dipendiamo dall’ossigeno, poiché usano questo gas per svolgere funzioni fisiologiche cruciali. Le piante si affidano così tanto alla CO₂ che concentrazioni elevate si traducono in una maggiore produttività.

I coltivatori di canapa amplificano le variabili già presenti in natura per migliorare la salute, le dimensioni e la resa delle loro piante. Installano potenti luci, nutrono le loro piante con sostanze nutritive concentrate, introducono microbi benefici ed installano persino ventilatori per simulare il vento.

I coltivatori possono anche modificare l’aria all'interno del loro spazio di coltivazione per migliorare le condizioni delle loro piante. Aggiungendo più CO₂ al microambiente, le piante possono produrre una crescita più rigogliosa che si traduce in rese maggiori.


Come Usano la CO₂ le Piante di Canapa

Le piante di canapa usano la CO₂ per effettuare la fotosintesi, il processo che converte la luce in energia.

  • Inspirazione ed Espirazione

Affinché una pianta di canapa utilizzi la CO₂, deve “respirarla”. La CO₂ entra nell’atmosfera quando gli esseri umani ed altri animali inalano ossigeno ed espirano anidride carbonica. Le piante estraggono questo gas dall’aria attraverso l’atto della respirazione.

Invece di un paio di polmoni, le piante sono dotate di minuscole spore sulla superficie delle foglie chiamate stomi. Noi ci affidiamo al nostro diaframma per forzare attivamente l’aria nei nostri polmoni, mentre le piante aprono e chiudono questi fori usando cellule di guardia che regolano gli stomi usando la pressione dell’acqua.

  • CO₂ nella Fotosintesi

Quando questi minuscoli fori si aprono, l’ossigeno e l’acqua si diffondono e la CO₂ si diffonde passivamente nella pianta. Da qui entra in cellule specializzate chiamate cloroplasti. I pigmenti all’interno di queste cellule raccolgono la luce solare ed usano la sua energia per creare zuccheri.

Sfruttando l’energia del sole, le piante utilizzano CO₂ ed acqua (H₂O) per creare glucosio (zucchero) ed ossigeno (O₂). L’ossigeno viene poi rilasciato nell’atmosfera mentre gli zuccheri sono usati per alimentare le cellule delle piante.

  • Come Luce, Temperatura e CO₂ Rendono le Piante di Canapa Più Efficienti

Se decidi di iniziare a pompare CO₂ nella tua stanza di coltivazione, devi prendere in considerazione molti fattori. Le tue piante non assorbiranno spontaneamente quanta più CO₂ possibile dall’ambiente. Hanno bisogno di luci più potenti e temperature più elevate per stuzzicare l’appetito.

Oggi l’atmosfera contiene CO₂ a livelli di circa 400ppm (parti per milione), ma quando le piante hanno iniziato ad attraversare il ponte dal mare alla terra, i livelli di CO₂ oscillavano all'interno di un sorprendente intervallo di 3000–9000ppm!

Le piante si sono sicuramente evolute con la capacità di utilizzare molta CO₂ ed hanno mantenuto parte di questa capacità. La canapa, tra le altre specie, è in grado di utilizzare CO₂ a livelli di 1500ppm per mantenere attiva la fotosintesi. Questa cifra indica il punto di saturazione all’interno di uno spazio di coltivazione se vuoi davvero massimizzare i tuoi raccolti.

Ma la CO₂ è solo un pezzo del puzzle della fotosintesi. Le piante possono avere tutta la CO₂ del mondo, ma senza luce aggiuntiva non la utilizzeranno molto. Usando un’illuminazione più intensa, aumenterai la domanda di gas delle tue piante.

Dovresti cercare di fornire alla tua coltivazione tra 75.000 e 107.000 lumen per metro quadrato. Per raggiungere questo obiettivo avrai bisogno di una luce HPS o LED da 600W in un grow box di circa 1 × 1m). Usa un luxmetro per assicurarti che le tue luci forniscano la giusta intensità.

Con più luce e maggiori livelli di CO₂ nell’aria, le piante possono anche beneficiare di temperature più elevate. In genere, la canapa prospera ad una temperatura di circa 25°C. Un aumento del CO₂ e dell’intensità luminosa consente ai coltivatori di alzare il termostato fino a 30°C.

Conosciuto come thermal optimum[1] (termico ottimale), questo calore aiuta gli enzimi che svolgono la fotosintesi ad andare in sovraccarico. Ma attenzione a non superare questa temperatura. Con qualche grado in più questi enzimi cruciali inizieranno a denaturarsi ed aumenterà il rischio di stress da calore.

VDL Misuratore CO2 Ambientale
€115,00

VDL Misuratore CO2 Ambientale

Monitor per la misurazione dei livelli di CO2. Campo di misurazione: 0-3000ppm

€115,00
VDL Centralina di controllo Digitale CO2
€342,00

VDL Centralina di controllo Digitale CO2

Centralina di controllo digitale di CO2, che consente di misurare i livelli di CO2 e mantenerli ideali. È facile da usare.Il controller digitale è ...

Visualizza tutti i dettagli
€342,00